Arresti per i furti nelle ville a Grottaferrata, il Sindaco Fontana ringrazia le Forze dell’ordine

Arresti per i furti nelle ville a Grottaferrata, il Sindaco Fontana ringrazia le Forze dell’ordine

11/08/2015 0 Di federico
Vis­ite: 703

carabinieri88

Mes­sag­gio dell’Amministrazione comu­nale che ringrazia il Coman­do dei Cara­binieri di Grotta­fer­ra­ta per il servizio presta­to alla col­let­tiv­ità e affronta il tema del­la sicurez­za civile.

 E’ di qualche giorno fa la notizia dell’arresto di tre uomi­ni di orig­ine straniera, pre­sun­ti autori di numerosi fur­ti nelle abitazioni anche nel ter­ri­to­rio di Grotta­fer­ra­ta, ver­i­fi­catisi negli ulti­mi anni. Un’indagine lun­ga e com­p­lessa, otti­ma­mente con­dot­ta e por­ta­ta a ter­mine dal Coman­do dei Cara­binieri di Grotta­fer­ra­ta insieme alla Com­pag­nia di Fras­cati, la quale ha ese­gui­to il fer­mo per i tre pregiu­di­cati.

 A nome dell’Amministrazione comu­nale, il Sin­da­co Giampiero FONTANA ringrazia il Coman­dante del­la Stazione dei Cara­binieri di Grotta­fer­ra­ta, Luo­gote­nente Nico­la FERRANTE e gli uomi­ni da lui diret­ti, per la preziosa opera svol­ta ed il costante impeg­no e sac­ri­fi­cio final­iz­za­to a garan­tire il con­trol­lo del ter­ri­to­rio e la sicurez­za dei Cit­ta­di­ni.

 giampierofontana_low “Il fur­to nelle abitazioni – ha affer­ma­to il Sin­da­co FONTANA – vio­la pesan­te­mente quel­la par­ti­co­lare sfera inti­ma rap­p­re­sen­ta­ta dal­la pro­pria casa, appor­tan­do dan­ni psi­co­logi­ci oltre che eco­nomi­ci. In coeren­za con le Linee di Manda­to approvate nell’ottobre del 2014, res­ta fer­mo l’impegno dell’Amministrazione per l’adozione di un Piano organ­i­co di Sicurez­za urbana, in coor­di­na­men­to con la Polizia Locale, i Cara­binieri, la Polizia di Sta­to e gli altri Cor­pi Armati del­lo Sta­to, al fine di indi­vid­uare tutte le mis­ure idonee a con­trastare gli atti di crim­i­nal­ità e di van­dal­is­mo. Dopo la pausa esti­va, l’argomento sarà affronta­to nel con­cre­to.”

 “Nel­la sedu­ta del Con­siglio comu­nale del 27 luglio scor­so – ha pros­e­gui­to il Sin­da­co — la Mag­gio­ran­za ha pro­pos­to un ordine del giorno che dibat­te­va pro­prio sull’annosa ques­tione dei fur­ti in abitazione. Nel­lo speci­fi­co, il Con­siglio ha approva­to un atto che sol­lecita il Gov­er­no nazionale ad aumentare le pene per tale delit­to, attuan­do al con­tem­po una sperequazione con il reato di pec­u­la­to. Nell’ordine del giorno delib­er­a­to vi è anche la richi­es­ta di riduzione dei ben­efi­ci pre­mi­ali e l’inserimento dei lavori social­mente utili nel trat­ta­men­to del reato.”

Con­di­vi­di:
0