Roma, rifiuti. Dopo l’arresto, parlano gli avvocati di Cerroni

Roma, rifiuti. Dopo l’arresto, parlano gli avvocati di Cerroni

10/01/2014 0 Di puntoacapo
Vis­ite: 1132
Manlio Cerroni

Man­lio Cer­roni

In relazione ai provved­i­men­ti caute­lari ese­gui­ti ques­ta mat­ti­na nel­la vicen­da con­cer­nente i rifiu­ti region­ali, com­pre­sa la dis­car­i­ca di Mala­grot­ta, i difen­sori dei diri­gen­ti delle soci­età coin­volti e delle soci­età stesse, rib­adis­cono l’assoluta cor­ret­tez­za dell’operato degli stes­si e, in par­ti­co­lare, che i servizi ero­gati alla cit­tad­i­nan­za dalle soci­età del c.d Grup­po Cer­roni, sono sem­pre sta­ti resi in modo cor­ret­to e pun­tuale a con­dizioni eco­nomiche par­ti­co­lar­mente van­tag­giose per l’utenza.

 Più volte e in diverse cir­costanze è sta­to evi­den­zi­a­to, attra­ver­so la stam­pa cit­tad­i­na, che Mala­grot­ta per più di 30 anni ha smalti­to i rifiu­ti del­la cit­tà con econo­mia per l’utenza, sui prezzi di mer­ca­to, per più di 2 mil­iar­di di euro.

 Il servizio reso ha evi­ta­to che si ver­i­fi­cas­se una situ­azione analo­ga a quel­la napo­le­tana, nonos­tante i rifiu­ti del­la cit­tà di Roma siano quat­tro volte supe­ri­ori a quel­li del capolu­o­go cam­pano.

 Per­al­tro l’Avv.Cerroni, tramite i pro­pri legali, ha richiesto invano fin dal mese di luglio del­lo scor­so anno, con tre istanze for­mali deposi­tate nel­la seg­rete­ria del­la Procu­ra del­la Repub­bli­ca, di essere inter­roga­to dai mag­is­trati inquiren­ti su tut­ti i fat­ti ogget­to delle attuali imputazioni, non volen­do sot­trar­si al con­fron­to con i mag­is­trati e desideran­do fornire un con­trib­u­to fat­ti­vo per l’accertamento del­la pro­pria inno­cen­za.

 

Con­di­vi­di:
0