Biotestamento, anche nel Comune di Pomezia viene istituito il registro dei testamenti biologici

Questo articolo è stato letto 1476 volte!

Biotestamento, anche nel Comune di Pomezia viene istituito il registro dei testamenti biologici

Venerdì 7 aprile il Consiglio comunale di Pomezia ha approvato con 20 voti favorevoli e 1 astenuto l’istituzione del registro comunale dei testamenti biologici e relativo regolamento.

Il testamento biologico è un documento in cui ogni cittadino capace di intendere e di volere può indicare le proprie disposizioni anticipate di trattamento, vale a dire quali sono le terapie mediche a cui vorrebbe o non vorrebbe essere sottoposto se, in futuro, si dovesse trovare in condizioni di impossibilità di comunicare. Proprio per questo, nel testamento biologico è possibile indicare un fiduciario che oltre a informare i medici dell’esistenza del testamento biologico e del luogo presso cui è depositato, è tenuto a controllare che vengano rispettate le volontà dell’interessato.

Per iscriversi al registro sarà necessario compilare il proprio testamento biologico in almeno due copie e inserire ogni copia in altrettante buste chiuse, su ognuna delle quali verrà apposto un numero progressivo riportato anche sul registro tenuto presso gli uffici comunali.

La prima busta rimarrà depositata al Comune, la seconda sarà conservata dall’interessato ed, eventualmente, una ulteriore busta verrà consegnata al fiduciario. Il testamento biologico è rivedibile più volte mediante revoca e nuovo deposito.

«Si tratta di un momento importante per la vita della nostra comunità perché d’ora in poi ogni cittadino residente nel nostro Comune potrà depositare, senza rivolgersi a un notaio, le volontà sul proprio fine vita», specifica Giuseppe Di Bella, Consigliere generale dell’Associazione Luca Coscioni che più di un anno e mezzo fa aveva lanciato l’iniziativa con tavoli di raccolta firme e incontri a cui hanno partecipato anche Mina Welby, co-​presidente dell’ALC e Matteo Mainardi, coordinatore nazionale della campagna EutanaSIAlegale.

«Il cammino di questa delibera — prosegue Di Bella — è stato carico di momenti di intenso e costruttivo confronto con tutte le forze politiche, associazioni e comitati del territorio, ma anche e soprattutto con quei singoli cittadini che hanno voluto rispondere ai nostri numerosi appelli. A conclusione di questo anno e mezzo di lavori, i ringraziamenti dell’ALC vanno alla maggioranza del Comune di Pomezia, che durante il percorso ha compreso l’importanza del provvedimento, l’ha fatto proprio, e l’ha portato in Consiglio, e a tutti i Consiglieri di ogni forza politica che hanno votato questo provvedimento. L’appello, adesso – conclude Di Bella – è ai medici di base, affinché sostengano i pazienti che ne faranno richiesta nella compilazione di questo importante documento». Per info è possibile contattarci alla pagina facebook  “Associazione Luca Coscioni – Pomezia” o all’indirizzo email coscionipomezia@​gmail.​com.

Un pensiero riguardo “Biotestamento, anche nel Comune di Pomezia viene istituito il registro dei testamenti biologici

  • 16/04/2017 in 9:17 AM
    Permalink

    Anche sui temi etici il M5S di Pomezia si dimostra all’avanguardia ed aperto al confronto.
    Complimenti al Sindaco Fucci e alla sua squadra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*